Piante e piantine: come gestirle in un b&b

Piante e piantine: come gestirle in un b&b

Consigli 0 Commenti

Posizionare delle piante all'interno di un b&b o di un agriturismo ci permette di:

  • - aggiungere un tocco di colore

  • - personalizzare spazi comuni e camere

  • - rendere ancora più rilassanti gli angoli pensati per il benessere

  • - arredare con stile, usando accessori inaspettati

La pianta giusta al posto giusto cattura subito l'attenzione, sdrammatizza anche gli stili più classici e valorizza ogni tipo di mobile: ecco perché il design di piante e piantine può andare di pari passo con le scelte in campo d'arredo!

Non tutti, però, sentono di avere il pollice verde: come fare a gestire queste particolari coinquiline?
Ecco alcuni consigli utili ai più o meno esperti di giardinaggio!

  1. Scegli una piantina e informati subito sul miglior modo per innaffiarla.
    Alcune specie vegetali possono essere innaffiate dall'alto – come si fa di solito – altre, invece, preferiscono che l'acqua arrivi dal basso e in questo caso possiamo metterle in una vasca o un lavandino e lasciare aperti i rubinetti fino a coprire interamente la parte inferiore del vaso. Nei periodi più caldi, poi, può essere sempre utile vaporizzare la parte superiore di steli, foglie e fiori, che possono rischiare di patire troppo il calore.
    È importante, però, ricordare sempre una semplice regola: nessuna pianta ama essere “affogata”. Va bene innaffiare, ma mai esagerando: il terreno deve sempre essere umido, ma mai drenare all'infinito!

  2. Non dimenticare il fertilizzante.
    Usato nel terreno, può essere aggiunto anche all'acqua vaporizzata sulle foglie: in questo modo la pianta diventerà ancora più verde!

  3. Controlla sempre come reagisce la tua piantina.
    Non sempre è facile “azzeccare” il posizionamento di un vaso al primo colpo: la nostra pianta può patire la poca luce, ma anche l'eccessiva esposizione!
    In caso di mutazione nel colore della nostra amica verde, è bene spostare immediatamente il contenitore, recidendo se possibile la parte malata della nostra piantina, dandole modo di riprendersi da sola.

  4. Se la piantina è troppo grande, cambia il vaso con attenzione.
    Per spostare una piantina basta scegliere un contenitore di una taglia più grande: solleviamo dalle radici conservando un po' di terreno e trasliamo il tutto in un altro recipiente, già munito di terriccio nuovo e ghiaia, fondamentale per drenare l'acqua.

  5. Seleziona la pianta giusta per te.
    Le piante per principianti sono davvero molte (nastrini, piante grasse, piante ragno...): meglio partire da una varietà “facile”, che ci consenta anche di sperimentare e imparare, per poi passare man mano a specie più complesse. In questo modo apprenderemo man mano come gestire i nostri vasetti, ampliando piano piano la nostra collezione naturale.

Come abbinare ogni elemento?
L'arredo per b&b e agriturismi va curato nel dettaglio!
Contatta i nostri esperti per una consulenza su misura.