Cuscini decorativi: come abbinarli a divani e arredi

Cuscini decorativi: come abbinarli a divani e arredi

Consigli 0 Commenti

Quello dei cuscini decorativi è un argomento decisamente controverso: c'è chi li adora e li posiziona praticamente ovunque (poltrone, letti, panche, contenitori...) e c'è chi li odia e non vuole nemmeno sentirne parlare. Come tutte le cose – per le strutture ricettive come per le abitazioni private – la verità e il gusto stanno nel mezzo: non è necessario riempire ogni spazio disponibile con un cuscino, ma è innegabile che questo accessorio così comodo e divertente possa valorizzare colori e arredo di ogni stanza. Basta non esagerare!
Ecco qualche indicazione per scegliere al meglio.

Cuscini decorativi: quanti utilizzarne?

Il numero ideale di cuscini decorativi da posizionare – preferibilmente su un divano, ma sono indicati anche per letti matrimoniali e singoli – è TRE.
Non è strettamente necessario utilizzare elementi delle stesse dimensioni o caratterizzati dalla stessa forma, anzi un mix di misure diverse permette di giocare con l'effetto finale, enfatizzando l'eleganza, la dinamicità o le fantasie.
Provate ad abbinare un cuscino grande rettangolare, un cuscino grande quadrato e uno quadrato più piccolo, o anche due cuscini quadrati di dimensioni simili e un cuscino molto più grande o molto più piccolo: posizionati nel modo giusto, questi pochi accessori vi aiuteranno a catturare l'occhio di chi guarda, creando armonia ed equilibrio.

Colori e fantasie

Un altro elemento da considerare – oltre a forma e dimensione – è sicuramente il colore.
Ogni tipo di arredamento ha caratteristiche precise ed è sempre possibile trovare cuscini che si accordino alla perfezione allo stile scelto. Qualche esempio?

  1. L'arredamento minimal nordico è tipicamente semplice e luminoso: include pochi elementi dai colori netti non troppo forti e si sviluppa con linee pulite ed armoniose. In questo caso, i cuscini ideali hanno colori pastello sobri ed eleganti, sono delicati e – in caso di fantasie – presentano pattern geometrici che ben si accostano ad arredi non troppo complessi.

  2. L'arredamento pop divertente (tipo jungle), invece, non ha paura di mixare colori e linee diverse, creando effetti forti e contrasti impossibili da ignorare: in questo caso, anche i cuscini richiedono COLORE e fantasie originali e un po' pazze.

  3. Lo stile industriale si basa sulla convivenza di materiali diversi, come mattoni a vista, metallo e pelle: i cuscini non devono attirare troppo l'attenzione, ma devono presentare colori sobri (beige e grigio, per esempio) e poche stampe, preferibilmente limitate a scritte.

  4. Lo stile boho un po' chic e romantico potrà fare affidamento su cuscini chiari, color pastello, magari caratterizzati da cuciture e lavorazioni sulla stoffa piuttosto che da fantasie e stampe: l'unico accorgimento sarà non esagerare, soprattutto considerato che tanti accessori tipici di questo tipo di arredo sono già molto ricchi.

Selezionare i cuscini decorativi può essere davvero divertente, una piccola impresa che ci dà la possibilità di scatenare la fantasia: accordarli al meglio a letti e divani, però, può essere più difficile.
Per risolvere ogni dubbio è sempre bene far riferimento a veri esperti del settore: contatta i nostri professionisti per una consulenza su misura!