Feng Shui: piante sì, piante no

Feng Shui: piante sì, piante no

Consigli 0 Commenti

Il Feng Shui è un'antica arte geomantica originaria della Cina, caratterizzata da diverse scuole di pensiero e seguita da tantissimi appassionati: i suoi sostenitori ritengono che nella vita, in casa, nelle attività di ogni giorno esistano direzioni maggiormente propizie ed è per questo che il flusso della natura (detto CHI) viene studiato per raggiungere l'armonia, anche negli spazi.
Alcune regole “tipiche” del Feng Shui includono, per esempio, la ricerca di una casa perfettamente quadrata o rettangolare (senza angoli mancanti), che presenti a nord un masso o una collina (cioè una Tartaruga Nera) e includa – a protezione – un Drago Verde a est, cioè... delle piante!

Le piante, infatti, sono esseri viventi e in quanto tali agiscono sulla circolazione e le caratteristiche dell'energia sia dentro che fuori casa: alcune sono legate a energie positive, altre invece a energie negative. Vediamole nel dettaglio!

Energia negativa: quali piante evitare

Ortensia: le ortensie sono bellissime, ma sono anche legate a sentimenti di solitudine e introspezione. Per questo motivo, posizionarle in casa potrebbe portare a conflitti o a sentimenti contrastanti: meglio evitare!
Bonsai: una pianta da osservare... da lontano! Il bonsai, infatti, è stato modificato dall'uomo per conservare le caratteristiche estetiche che tanto ci piacciono. Quest'azione, però, lo ha irrimediabilmente cambiato, legandolo per sempre a cattive energie.
Agave: e più in generale tutte le piante dalle foglie molto lunghe, come l'Aloe.
Queste piante tendono ad attirare energie negative ed è per questo che sono perfette all'esterno, posizionate in modo da proteggere l'intera casa: all'interno, invece, possono portare a conflitti.

Energia positiva: quali piante scegliere

Bambù: forte, flessibile e “pacifico”, il bambù porta all'adattamento ai cambiamenti e ad un assoluto relax.
Anturio: cioè quelle bellissime piante dai fiori grandi, colorati e lucenti. Irradiano energia e forza e sono chiamate “piante dell'amore”: meglio di così non si può!
Piante aromatiche: posizionate in cucina, piante come basilico, rosmarino o menta portano il buon umore.
Orchidea: spirituale e perfetta, alimenta le energie legate all'amore!
Piante sospese o pensili: qualsiasi pianta che non tocchi il pavimento porta a un bilanciamento delle forze. Ne è un esempio il Pothos: questa varietà assorbe sia energie positive che negative e va posizionata sulla finestra o appesa a un gancio per evitare il prevalere degli influssi negativi.

Per concludere...

Al Feng Shui si può credere o no, ma è innegabile che alcuni consigli siano davvero interessanti: in fondo, una pianta sospesa o una variante colorata non possono che migliorare l'aspetto del nostro arredamento!

Avete dubbi, volete saperne di più?
Arredate il vostro b&b o il vostro agriturismo con l'aiuto dei nostri esperti: contattaci per informazioni!